#mySUDstory

Dolci pasquali, Cudduruni Calabresi raccontati da nonna Domenica Lucarelli per #mySUDstory

 Dolci pasquali, Cudduruni Calabresi raccontati da nonna Domenica Lucarelli per #mySUDstory
Dolci pasquali cudduruni calabresi
Mia madre ama molto cucinare. Io da piccolo ero convinto di chiamarmi “assaggia”.
(Anonimo)
*****
I viaggi sono tutti belli e affascinanti, quelli che più di altri lasciano il segno sono i viaggi nella cultura  e nella tradizione popolare. Sono scrigni che contengono storia, abitudini, immagini familiari, identità locale. Rappresentano in un certo senso il volto di ogni destinazione.
Oggi si parla di un viaggio nella tradizione, nella gastronomia, nei riti familiari che altro non sono che convivialità e amore in cucina, nelle proprie case.
La sedicesima tappa di #mySUDstory, progetto di valorizzazione dei territori online, è la Calabria in genere, con la storia di  determinate arti culinarie legate alle festività della Pasqua.
Un racconto nelle tradizioni più tipiche della gastronomia locale, con i dolci pasquali raccontati da nonna Domenica, ecco la sua short story.
“Salve
sono Domenica Lucarelli, mamma di tre figli e nonna. 
Vivo a Castrovillari in provincia di Cosenza. La vita di noi nonne è prevalentemente fatta di famiglia, di valori e tradizioni, ed eccomi qui a raccontare un modo di vivere e di condividere in famiglia la Pasqua.
Dai tempi più antichi, nelle nostre terre, le tradizioni  si tramandano di generazione in generazione, vi è un passare il testimone conservando così il tratto tipico di popoli e paesi. La Calabria è anche e soprattutto questo, è una terra radicata, che si conserva nel tempo in ogni suo aspetto e morfologia. La Pasqua in Calabria ha il profumo della famiglia e dei dolci tradizionali.
I dolci pasquali sono abbastanza semplici, dal delicato sapore, antichi, dall’elevato valore simbolico.
 
Ogni anno nel periodo prima di Pasqua era di consuetudine riunirsi per preparare i dolci pasquali “cuddure o cudduruni calabresi“, così si chiamano, sono una specie di pane dolce infornato e fatto in forme varie, come il tarallo, la treccia o la forma di bambola. 
 
Dolci pasquali cudduruni calabresi
 
Ancora oggi, molte di noi cercano di mantenere la tradizione, riunendosi dalle prime ore del mattino per la preparazione di questi squisiti dolci, che spesso vengono anche benedetti in chiesa per poi essere regalati a parenti o amici in segno di pace, di stima, di serenità e buon augurio.
 
Dolci pasquali, Cudduruni Calabresi: la mia ricetta in parte un po’ segreta ereditata dalla mia mamma, ha come ingredienti il lievito madre, farina, uova, burro, buccia d’arancia, succo di limone e qualche altro ingrediente segreto. Su una spianatoia si impastano bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto sodo ma morbido. Una volta data ai Cudduruni Calabresi”  la forma desiderata si infornano a 180 gradi per mezz’ora circa, a seconda  poi della grandezza.
 
Dolci pasquali Cudduruni Calabresi
 
 
Il fascino della tradizione, di questi dolci pasquali, sta anche nella magia di ricette antiche che non si possono svelare in tutto e per tutto, io come tante signore locali, ho a cuore il mistero degli ingredienti così come mi è stato insegnato fin da bambina.
La particolarità di questo rito nella preparazione dei dolci pasquali sta nel fatto che la famiglia si riunisce in allegria aspettando la Pasqua, la Pasquetta e le case in questi giorni di festa si inebriano di un profumo unico. 
 
Amo questi momenti, mi piace condividerli con la mia famiglia, figli e nipoti. La Pasqua è una festa tradizionale che unisce, che dona pace. Cosa dire di più, buona Pasqua e buona infornata di “Cuddure” che consiglio di gustare almeno una volta nella vita.
Domenica Lucarelli

Dolci pasquali Cudduruni Calabresi

 

 

Dolci pasquali, Cudduruni Calabresi e #mySUDstory

Il racconto di nonna Domenica è stato un tuffo nel passato per i tanti che non seguono più la tradizione e ricordano le nonne come lei, impegnate in cucina dal mattino presto per preparare questi speciali dolci tradizionali.
Un racconto utile per chi nel resto d’Italia non conosce la nostra terra. 
 
Ritengo che le tradizioni gastronomiche sono una delle rappresentazioni più pure di un luogo. 
Si pensi che questi dolci, le Cuddure, sono molto antiche, hanno un percorso storico che si è mantenuto nel tempo. Cuddura, viene dal greco Kollyra, cioè pagnotta.  
Altra curiosità è che nelle diverse località calabresi le Cuddura assumono nomi diversi, come cuzzupe, oppure a Cosenza Cuddurieddri, a Reggio Calabria Cuddhuraci. C’è da dire poi, che le denominazioni cuddhuraci e ‘nguti sono inserite nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali (P.A.T.) stilato dal ministero delle politiche agricole e forestali (Mipaaf).



Dolci pasquali Cudduruni Calabresi




 
#mySUDstory è un progetto che esalta e promuove i territori, in questo caso è stato evidenziato il lato autentico della Calabria, attraverso un racconto di tradizione popolare antica.
Quindi, un ringraziamento a nonna Domenica e alla prossima short story!
M.Milione
 
 

Vuoi partecipare al progetto #mySUDstory, raccontando un luogo meridionale o una tradizione locale? Scopri di più scrivendomi: viaggidelmilione@gmail.com

Scopri anche la pagina facebook di #mySUDstory: https://www.facebook.com/mysudstory/
 
ARTICOLI SIMILI  – TAPPE #mySUDstory
 

CONDIVIDI SE TI PIACE
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiedi per info