Rafting nel Parco del Pollino
Parco Nazionale del Pollino

Rafting nel Parco Nazionale del Pollino

Le vacanze ricche di avventura sono una vera chicca di suggestione, ancor di più fare Rafting nel Parco del Pollino.

Cosa fare in Calabria? C’è un’attività outdoor emozionante e ricca di adrenalina, si tratta del Rafting sul fiume Lao.  Una pratica diffusa e tra le più conosciute del Sud Italia. Sul fiume Lao ci si può avventurare e cimentare in questa meravigliosa attività con esperti del settore e in piena sicurezza.

Cos’è il Rafting

Praticare il Rafting vuol dire vivere una natura incontaminata e selvaggia, immergendosi in un percorso fatto di incredibili colori e brivido. Il rafting è divertimento, natura e sport. Un modo alternativo di scoprire percorsi d’acqua, montagne e valli. Sul raft prendono posto i vogatori che solitamente compongono un equipaggio di 6 o 7 persone, chiamati a dirigere il gommone tra le rapide. Il nome ha origine dall’inglese “to raft” navigare su zattera. In effetti in alcune aree del mondo tale attività si svolge su delle zattere, in altre come in Italia su gommone.

La particolarità di quest’attività outdoor è diventare parte integrante di uno scenario naturalistico unico con paesaggi stupendi che non possono non emozionare.

Rafting nel Parco del Pollino sul fiume Lao

In Calabria, esperti del settore possono guidarvi in questa sbalorditiva esperienza. Esistono programmi e percorsi diversi e per ogni esigenza, discese impegnative o soft per le famiglie, oltre a tante attività connesse offerte dalle associazioni di rafting del territorio, tra queste la Pollino Rafting.

Il Lao, 50 km, è il fiume più importante del Parco Nazionale del Pollino, nasce in Basilicata su Serra del Prete, terza vetta del massiccio del Pollino, con il nome di Mercure, per poi fluire in Calabria con il nome “Lao”. Il fiume, presso Laino Borgo e Laino Castello confluisce con i fiumi “Battentiero” e “Jannello”, immettendosi poi in una gola profonda di 200 metri per svariati chilometri. Attraversa anche i territori di Papasidero e Orsomarso, dove confluisce anche il fiume Argentino, esce dal tratto in gola fino a sfociare nel Tirreno.

Il tratto gode di paesaggi mozzafiato e il contatto con l’acqua fa si che tale attività abbia un forte impatto emozionale.

Cosa fare in primavera oppure la prossima estate? Avventurieri, appassionati della natura, esploratori, dirigetevi verso questa terra. Vi attendono interessanti soggiorni nel Parco Nazionale del Pollino, tra Laino Borgo e Papasidero, abbinati a giornate in mezzo alla lussureggiante natura del Fiume Lao. Potrete decidere di campeggiare in un’area attrezzata o semplicemente usufruire della calorosa ospitalità dei B&B presenti sul territorio.

 

Pronti a vivere quest’avventura?

Non rinunciate a tanta bellezza.

 

Contatti utili per prenotazioni: viaggidelmilione@gmail.com – 3382377549

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiedi per info